Piani di Caratterizzazione Aree

Destinatari/Campo di applicazione

Il servizio è destinato a tutte le Aziende, sia di prodotti che di servizi, enti pubblici e di ogni genere con l’esigenza di analizzare e caratterizzare i propri siti e determinate aree interessate e/o obbligate da processi di bonifica.
Nell’attuale sistema normativo, l’obbligo di bonifica dei siti inquinati grava in primo luogo sull’effettivo responsabile dell’inquinamento stesso, che le competenti Autorità amministrative hanno l’obbligo di ricercare ed individuare.

Descrizione del servizio e obbiettivi

Il piano di caratterizzazione costituisce la prima delle tre fasi progettuali previste per il trattamento di siti contaminati ed è finalizzato alla predisposizione del progetto preliminare di bonifica. Si tratta di una attività di studio preparatoria, effettuata in situ, con raccolta di dati relativi al fenomeno di inquinamento, cui fa seguito l’elaborazione di un modello concettuale all’interno del quale verranno ipotizzati i processi di contaminazione verificatisi.

Attività eseguite

Ai necessari accertamenti documentali, completati eventualmente da ricerche bibliografiche (uno storico dettagliato delle attività svolte in un sito aiuta infatti a definire la tipologia delle sostanze presenti ed il tipo di rifiuti prodotti), viene sistematicamente affiancata un’attività “on field” che comprende rilievi e campionamenti di acque e terreno. Tali indagini devono essere attuate per definire tipologia e grado di estensione della contaminazione di suolo, sottosuolo ed acque (superficiali e sotterranee) presenti nel sito e gli eventuali percorsi di migrazione delle sorgenti di contaminazione ai bersagli ambientali ed alla popolazione.
Poiché la stesura di un piano di caratterizzazione è finalizzata alla predisposizione di un progetto di bonifica, in esso sono dettagliate minuziosamente informazioni quali:

il sito e tutte le attività che in esso si sono svolte;
le correlazioni tra le attività svolte e il tipo (localizzazione ed estensione) della possibile contaminazione;
le caratteristiche delle componenti ambientali sia all’interno del sito che nell’area da questo influenzata;
le condizioni necessarie alla protezione ambientale e alla tutela della salute pubblica.

Si tratta di una fase di lavoro estremamente delicata perché imposta tutti i successivi interventi tecnici e la strategia generale del piano di indagine.

Leggi e norme di riferimento

Titolo V “Bonifica di siti contaminati” della Parte Quarta del D.Lgs 152/06

Consulenti impiegati

Tecnica

Note supplementari

Asint affianca partner di maturata esperienza, sia laboratori accreditati per analisi chimiche, microbiologiche e test di tossicità che aziende per bonifiche specifiche (es. amianto). Vedi il servizio Monitoraggio parametri ambientali.

Quotazione

Quotazioni a corpo+ spese di trasferta solo per aziende fuori dalla zona di Massa o Prato.