Sicurezza sul lavoro e violazioni D.Lgs 231/01: pena interdittiva obbligatoria

La Cassazione ha deciso, con la sentenza 16 ottobre 2013 n. 42503, che scattano obbligatoriamente le sanzioni interdittive a carico dell’impresa responsabile ex Dlgs 231/2001 per violazioni sulle norme in materia di sicurezza sul lavoro.
Sono state applicate le misure interdittive a carico di una società il cui responsabile era stato condannato per lesioni colpose ai danni di un operaio, causate dalla violazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro.
La difesa dell’impresa sosteneva invece, che avendo la società riparato il danno (aveva risarcito l’operaio), operava la causa di esclusione delle misure interdittive (articolo 17, Dlgs 231/2001). Per la Suprema Corte invece, l’articolo 25-septies, Dlgs 231/2001 parla chiaro: se il reato del dipendente è commesso in violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro, l’applicazione delle misure interdittive a carico dell’Ente per il Giudice è un obbligo, non una facoltà.

Ti potrebbero interessare questi articoli